Business Plan

Associazione di promozione sociale PuntoZero

Via Pecorina, snc - 19038 Sarzana (SP) - amministrazione@culturapuntozero.it

Sommario

Chi siamo

 

L’Associazione di Promozione Sociale Punto Zero nasce con lo scopo di organizzare eventi di natura culturale e sociale. Dal momento della nostra fondazione, ci siamo posti come mission la riqualificazione del nostro territorio e della sua cultura artistica.

Per raggiungere questi obiettivi, abbiamo intrapreso diversi percorsi:

  • Incentivare e ricercare il linguaggio culturale, attraverso l’arte e la creatività, con la convinzione che essa possa, attraverso la creazione e la promozione di progetti artistici, avere un riflesso positivo sulla nostra società. Utilizzare l’arte per descrivere e raccontare fenomeni culturali riesce a coinvolgere l’artista e lo spettatore in un punto di vista comune. 
  • Promuovere l’arte in ogni sua forma, organizzando iniziative come atelier per esposizioni di opere artistiche o concerti, dando visibilità ai giovani artisti associati con noi. Ogni realtà ha un patrimonio artistico che merita la giusta visibilità. 
  • Organizzare e promuovere specifici settori e la loro cultura, anche per mezzo di conferenze, workshop e manifestazioni di settore. 

L’Associazione di Promozione Sociale opera nel territorio della Regione Liguria e regioni limitrofe, ma pensiamo che la nostra visione della società e il modo in cui questa si relaziona con vari settori culturali sia perfettamente adattabile anche a realtà diverse. 

La nostra storia

 

L’Associazione di Promozione Sociale Punto Zero è stata fondata e iscritta all’Albo delle associazioni del Comune di Sarzana nel maggio 2017. Nasce dall’idea di creare uno spazio fisico comune per tutti i suoi associati, nel quale organizzare eventi di ogni genere. Nonostante l’assenza di uno spazio comune, l’organizzazione di eventi ci ha dato modo di crescere e migliorare, restando in linea con quella che è da sempre la nostra mission principale. 

Nel 2017 abbiamo partecipato, realizzando una mostra fotografica e pittorica, a RespirArte, manifestazione artistica organizzata dal Comune di Ameglia.

Nel 2018 abbiamo inaugurato il nostro blog (culturapuntozero.it) con un concerto presso l’Armadillo Club a Sarzana e partecipato nuovamente a RespirArte.

Da questo punto in poi, abbiamo iniziato a sviluppare marchi di nostra creazione.

Nel 2019 abbiamo organizzato:

  • Cocktail Fest, dal 26 al 28 aprile nel Centro Storico di Sarzana, manifestazione a cui è stato accordato l’uso del City Brand della Città di Sarzana
  • La Casa di Plastica, il 25 agosto presso gli Ex-Lavatoi di Via Mascardi, evento con il patrocinio del Comune di Sarzana, la prima mostra interattiva sull’uso eccessivo della plastica nella società moderna. A questa mostra hanno partecipato 3 giovani fotografe, 1 video maker e 1 pittore
  • Cocktail Fest – Halloween Edition, dal 31 ottobre al 3 novembre nel Centro Storico di Sarzana, manifestazione a cui è stato accordato l’uso del City Brand della città.

Nel 2020 abbiamo avuto una diminuzione delle attività dovuto all’emergenza sanitaria. Nonostante il periodo complesso siamo comunque riusciti ad organizzare:

  • 3a Edizione del Cocktail Fest, dal 31 luglio al 2 agosto nel Centro Storico di Sarzana, manifestazione a cui è stato accordato l’uso del City Brand della Città di Sarzana.
  • il 13 settembre abbiamo organizzato un’edizione del Premio Lunezia, con il patrocinio e il contributo del Comune di Massa.

A Dicembre del 2020 abbiamo organizzato e realizzato la prima edizione online de La Casa di Plastica, mostra a tema ambientale con raccolta fondi da devolvere ad enti o associazioni scelte dal vincitore della mostra. Il denaro raccolto è stato poi devoluto dalla vincitrice Sarah Perfetto al WWF, che ha scelto di adottare un cucciolo di orso polare a nome della città di Sarzana.

 

I nostri obiettivi

 

I nostri obiettivi principali sono la diffusione della cultura e la creazione di uno spazio in cui potersi riunire per creare cultura ed arte in tutte le loro forme.

Per fare questo vorremo, entro la fine del 2021, trasformare la Associazione in una Fondazione operativa e di partecipazione. Questo ci permetterà di realizzare manifestazioni e, allo stesso tempo, di gestire spazi aperti al pubblico, rimanendo un ente aperto alla società civile.

 

I nostri brand

 

Dal 2018 abbiamo creato e sviluppato il Cocktail Fest, che tra il 2019 e il 2020 è arrivato alla sua terza edizione a Sarzana.

A luglio 2019 abbiamo ideato e realizzato La Casa di Plastica, la prima mostra interattiva a tema ambientale negli Antichi Lavatoi di Via Mascardi a Sarzana.

Nel 2020, a causa dell’emergenza sanitaria, abbiamo realizzato la seconda edizione de La Casa di Plastica interamente online. Questa ha ricevuto più di 1.000 voti/commenti. Il denaro raccolto durante la manifestazione è stato interamente devoluto al WWF.

Cocktail Fest

 
 

La Storia

 

Il marchio Cocktail Fest nasce nel Maggio del 2018 con l’obiettivo di porre l’attenzione su un settore troppo spesso sottovalutato: il mondo della miscelazione. Ci è sembrato il modo migliore per avvicinare le persone alla cultura del cocktail. E ci teniamo a sottolinearlo, “cultura”. Perché quando scopriamo tutto il lavoro che c’è dietro alla preparazione di un drink, riusciamo davvero a capirne il valore.  

Così ci siamo cimentati sulla creazione di un format che potesse soddisfare questa ambiziosa mission. Un tour all’interno dei bar della città: ogni cliente acquistava un ticket dal valore di 15€ con cui era possibile accedere a 10 assaggi, un drink diverso per ogni bar aderente al Cocktail Fest. Ogni cocktail doveva essere ideato ad hoc per l’evento e non era possibile consumare due drink nello stesso bar, per dar modo al cliente finale di provare ogni bar e ogni drink preparato per la manifestazione. Una formula che ci ha dato notevoli risultati e che ci accompagna tutt’oggi.

 

La Prima Edizione

Aprile 2019 – Make the weekend Great Again

 

Dopo quasi un anno di lavoro, anche grazie all’aiuto dei bar che hanno collaborato con noi, il format era pronto per essere messo in pratica. Così a Sarzana, in un weekend di primavera, è andata in scena la prima edizione del nostro festival. I risultati hanno superato le aspettative, con quasi mille ticket venduti. E le reazioni delle persone sono state talmente positive da spingerci a riproporre un’edizione speciale, a pochi mesi di distanza. 

 

La Seconda Edizione | Ottobre 2019

Halloween Edition

 

Perché proprio Halloween? Abbiamo deciso di sfruttare quella che in Italia è da sempre una festività trascurata. I cocktail a tema Horror e la novità dei workshop con esperti del settore hanno colpito nel segno: più di 400 ticket venduti in un solo giovedì sera. Nonostante gli ottimi risultati raggiunti anche il giorno successivo, sabato e domenica siamo stati fermati dall’allerta meteo. Ma ciò che è stato uno svantaggio in quel momento, è stato anche il passo decisivo per la formazione di ciò che ci avrebbe riservato l’estate post lockdown.

 

La Terza Edizione | Luglio 2020

A Fresh Story 

 

Nel festival del 2020 abbiamo raccolto tutto ciò che c’è stato di positivo durante le due edizioni precedenti: workshop, date estive e intrattenimento nella città. Abbiamo intrapreso numerose iniziative, compresa una partnership con un’agenzia turistica. Inoltre, proprio durante questa nuova edizione, si sono sviluppate nuove collaborazioni, a partire da PRINZ fino ad arrivare all’ex bar manager Michele Venturini, che da aprile 2021 è diventato il nostro Brand ambassador. Il risultato di tutto ciò è stato entusiasmante, e non solo da un punto di vista dei numeri: la soddisfazione tra i partecipanti al tour e di tutte le persone coinvolte nell’iniziativa è la base di partenza per ciò che realizzeremo in futuro.

Obiettivi

 

Cocktail Fest nasce come evento scalabile, che punta a proporre un’esperienza sempre più unica ed ampia durante la manifestazione, integrando a sua volta altri eventi in linea con i nostri valori e idee.  Tutto ciò coinvolge a pieno le attività locali, beneficiari e collaboratori di un progetto di rilancio dell’economia territoriale. L’impegno che ci siamo preposti è quello di comunicare i valori della degustazione e dell’intrattenimento consapevole.

L’Associazione si è posta come traguardo per il 2021 l’organizzazione di 3 Festival da svolgere durante il periodo estivo, con l’ottica di incrementare ed integrare due nuove manifestazioni ogni anno in differenti location (Target 2025: 11 Festival in 11 città diverse).

A partire dal 2022 abbiamo pianificato l’inserimento di figure chiave e strategiche che avranno il compito di mantenere una gestione continua e coerente degli eventi programmati nelle differenti località, garantendo i risultati che ci siamo prefissati.

Michele Venturini

 

Il nostro nuovo direttore tecnico e brand ambassador Michele Venturini è stato Bar Manager per più di 5 anni in uno dei locali più conosciuti e stimati di Londra.

Nato e cresciuto tra Toscana e Liguria, dopo 15 anni di esperienza in Locali importanti lascia l’Italia per approdare nella capitale britannica.

Con l’importante aiuto del suo staff, nell’arco di 5 anni porta Cahoots a grandi Riconoscimenti.

Ha ricevuto molti riconoscimenti personali, tra cui:

  • Miglior apertura 2015 in London/Soho
  • 2° premio per migliore menu’ a tema 2016 per Imbibe
  • Uno dei Bar più amati a London 2016 per Timeout
  • “Best Italian Bartender” 2016 per la rivista Bargiornale tra i migliori 3 insieme ai grandi Luca Cinalli e Simone Caporale
  • Per la rivista GQ Cahoots e’ il Concept Bar n 1 a Londra nel 2019
  • Miglior apertura casual dining 2020
  • Miglior concept bar 2020 for GQ Magazine and Vanity fair
  • UK Bar Manager dell’anno 2019 insieme ad Anna Sebastian Artesian Bar e Declan McGurk Savoy Hotel per la rivista Class Awards
  • Premiato da Danilo Bellucci con «Order of Merit 2019» come Ambasciatore del Bartending Italiano all’estero
  • Best Food and Beverage Manager in Inception group 2020

Dal 2021 sarà Brand Ambassador del nostro primo marchio, il Cocktail Fest.

La Web-App

 

Per rendere scalabile il festival abbiamo investito nella realizzazione di una web-app che possa dare qualcosa in più all’evento in termini di organizzazione gestionale interna. Abbiamo ritenuto fosse un investimento necessario nel momento in cui approcciamo a realtà più grandi. 

L’applicazione sarà utilizzabile già nel momento in cui verranno raccolti i dati dei partecipanti giunti allo stand. Una volta inseriti nel database, questi riceveranno un codice QR precaricato con la quantità di assaggi acquistati.

Attraverso il codice fornito sia cartaceo che digitale, il partecipante potrà recarsi all’interno delle attività commerciali partecipanti e richiedere il proprio assaggio, unico e utilizzabile una sola volta per ogni bar.

Il barman inquadrerà dunque con la fotocamera di un qualsiasi telefono il codice QR e inserendo il PIN di appartenenza scoprirà se servire o meno l’assaggio al partecipante (tramite semaforo verde o rosso).

L’applicazione permetterà agli organizzatori e ai proprietari dei bar di avere un quadro completo di tutti gli assaggi, delle persone che li hanno ritirati e delle quantità utilizzate nei diversi locali. 

L’analisi SWOT

Strenghts

Con il passare del tempo abbiamo sviluppato un’ottima capacità relazionale con le istituzioni locali, soprattutto grazie alle nostre capacità comunicative e ad una gestione accurata di risorse umane ed economiche, che rappresentano per i nostri referenti un ottimo biglietto da visita.

Per quanto Il direttivo non sia composto da figure specializzate nel settore del beverage, abbiamo invece la capacità di comprendere il cliente partecipante e di proporre un evento accessibile a tutti, rispondendo ad una reale esigenza del consumatore. Abbiamo infatti deciso di lasciare gran parte delle iniziative relative al settore al nuovo direttore tecnico Michele Venturini, affidandogli alcune mansioni chiave:

  • Garantire la alta qualità dei Signature proposti.
  • Relazionarsi con figure chiave del settore.
  • Costruire partnership
    publicitarie con enti e società interessati al finanziamento dell’evento.

Nel corso delle precedenti edizioni è stato constatato che la conoscenza del territorio, la creazione di specifiche campagne di comunicazione pubblicitarie ed il coinvolgimento di media e stampa sono stati dei fattori determinanti per il buon esito dell’evento.

La manifestazione, così come la nostra intera associazione, ha sempre agito nel rispetto dell’ambiente, sposando il concetto di sostenibilità e fornendo ai bar partecipanti soluzioni riciclabili per l’assunzione delle bevande.

Dalla prossima edizione le drink card cartacee verranno integrate con i biglietti elettronici. Questo fornirà un’esperienza più contemporanea e tecnologica ai clienti partecipanti, oltre ad agevolare la gestione interna.

Weaknesses

L’ostacolo principale che ci troviamo ad affrontare è l’assenza di un budget prestabilito e sicuro ad ogni manifestazione. La ricerca di main sponsor che ci possa sostenere economicamente e che possa aumentare in termini di visibilità l’evento è una delle nostre priorità.

In questo senso, va aggiunto, diverse aziende ed enti pubblici hanno dei vincoli molto rigidi per quanto riguarda il finanziamento di eventi riguardanti il tema della miscelazione, rendendo ancora più complessa la ricerca di una Partership commerciale. 

Nel corso delle edizioni passate dell’evento si è manifestato un interesse prevalente sull’aspetto della miscelazione e degustazione. L’obiettivo di stringere nuove partnership è anche quello di incrementare gli aspetti di intrattenimento attraverso la realizzazione di punti di interesse volti alla promozione dei prodotti e allo svolgimento di dimostrazioni artistiche e tecniche.

Un altro punto di debolezza è l’attuale limitata disponibilità di risorse umane ed economiche dello staff. Questo infatti rappresenta un collo di bottiglia, in quanto non è possibile avvalersi di collaboratori che possano svolgere attività di bassa complessità, che potrebbero tuttavia aiutare a risparmiare tempo e risorse durante l’organizzazione dell’evento.

Opportunities

La tendenza al rilancio post COVID aprirà sempre di più a collaborazioni con attività commerciali esterne ed organi turistici. Inoltre, grazie alla scalabilità dell’evento, sarà possibile applicare il format in molteplici realtà che avranno tutto l’interesse nell’ospitare il Cocktail Fest.

Ad oggi esistono pochi eventi sul territorio in grado di far interagire il consumatore con gli esperti del settore. I primi vivranno un’esperienza innovativa nell’ambito della degustazione, mentre i secondi beneficeranno di una forte visibilità anche grazie struttura competitiva del Cocktail Fest. Il nostro format, infatti, premia le attività che più si sono contraddistinte durante lo svolgimento della manifestazione. E proprio ogni partecipante al tour, una volta terminata la degustazione, potrà votare il cocktail che più lo ha colpito. 

Grazie all’irrobustimento della parte di ‘’Festival’’ vi sarà la possibilità per vari artisti (emergenti e non) di esibirsi durante la manifestazione.

Threats

La situazione pandemica attuale sicuramente rappresenta una variabile pericolosa. La pandemia, infatti, rallenta l’organizzazione della manifestazione e la comunicazione con i vari enti partecipanti.

Trattandosi di un evento itinerante, il periodo di riferimento per la realizzazione dell’evento è stato definito nel periodo estivo, minimizzando come possibile elemento avverso le variazioni metereologiche.

Anche se nelle precedenti edizioni non si evidenziano problematiche, il tema della sicurezza pubblica è preso in seria considerazione. Vogliamo prendere tutte le precauzioni necessarie per evitare scenari negativi, come ad esempio la ‘’malamovida’’ dei partecipanti.

Per alcuni elementi della società, il Cocktail Fest può essere percepito come un evento che esalta valori negativi. Proprio a causa di questi pregiudizi, è una priorità assoluta mettere in luce tutti gli aspetti positivi che porta con sé il nostro festival. In questo caso, la capacità di gestire le polemiche tempestivamente tramite i social media e la comunicazione stampa risulterà, ancora una volta, fondamentale.

Per ultimo si segnala che, in alcuni casi, abbiamo rilevato difficoltà nel garantire il completo impegno e la massima professionalità di alcuni operatori delle attività volte al servizio del cliente (barman).

Comunicazione e promozione

 

Target

Il Cocktail Fest è un insieme di eventi nella solita manifestazione. Per questo motivo la comunicazione dell’evento sarà ampia e multicanale, con l’obiettivo di raggiungere il giusto target (pubblico di riferimento) a seconda degli obiettivi.

Andremo quindi a suddividere il pubblico potenziale in 3 parti:

  • Cliente finale (tour di assaggi all’interno dei bar e workshop base)
  • Uomini e donne dai 25 anni in su, bevitori di cocktail alcolici e analcolici.
  • Addetti al settore (Workshop, Masterclass e
     guest internazionali)
  • Appassionati, propietari di bar, ristoranti, hotel 
  • Turisti (Intrattenimento in città, tour guidati)
  • Persone di passaggio nella zona limitrofa (20km) in cui viene organizzato il festival 

Analisi di mercato 

Nell’analisi dei tre target di riferimento possiamo già evidenziare ciò che ci differenzia da altri festival di settore analoghi: abbiamo il vantaggio di suscitare interesse non solo agli addetti al settore o agli appassionati, ma anche alla persona comune e il turista di passaggio.

È proprio l’originalità del format e la mancanza di concorrenza che determina gli eventi in oggetto come unici nel territorio.

Marketing

Andremo quindi a sviluppare, in collaborazione con un’agenzia pubblicitaria, una campagna di comunicazione massiva nei 20km limitrofi alla zona di sviluppo del festival per i 30 giorni prima dell’evento, per colpire tramite diversi canali il nostro target.

Approcceremo il pubblico n.1 e il pubblico n.2 tramite 3 video promozionali, sito web, manifesti stradali, banner esterni ai locali aderenti, brochure, locandine, volantini, radio, comunicati stampa, quotidiani fisici e online, social network e campagne Ads su Google.

Il pubblico n.3 sarà raggiunto principalmente tramite canali istituzionali, associazioni di categoria, riviste di settore, ospiti internazionali e passaparola, ma anche tramite tutti gli strumenti presenti nei target precedenti.

Tutta la campagna sarà accompagnata durante i giorni della manifestazione da marketing diretto, merchandising (magliette personalizzate, felpe, cappellini, borse, bracciali), mappe del tour della città, veicoli brandizzati e passaggi radiofonici in diretta dell’evento.

Uno dei punti di forza del Cocktail Fest si riscontra nei giorni successivi al festival. Infatti, una volta annunciati i vincitori, seguiranno premiazioni, uscite sui quotidiani e pubblicazioni sui social network. Questo permetterà ai partecipanti di sentirsi ancora più coinvolti, perché avranno la possibilità di tornare nei locali aderenti all’iniziativa e acquistare i cocktail interi proposti durante la manifestazione, creati ad hoc per l’evento e inseriti nella cocktail list di ogni bar.

Conclusione

Per concludere, crediamo che tutto questo abbia bisogno di partner forti, ma anche di un piano editoriale dei contenuti studiato ad hoc e programmato tramite calendario di pubblicazione e uscite. Sarà importante rispondere ai feedback e ai commenti, oltre a pianificare modalità e tempistiche di interazione con il pubblico.