Mantice - Fecunditas

Gian Maria Matteucci

Fecunditas è un'opera dal carattere elettroacustico che fa parte di una serie di produzioni con cui ho provato ad unire e fondere assieme i linguaggi dell'uomo e quelli della natura. Si basa sull'utilizzo di ciò che ho definito con il termine di Unità Sonore Complesse (USC), cioè di "super ambienti" verosimili ma immaginari; trame sonore create con l'intento di tradurre le sfaccettature più profonde della percezione del reale. Le USC sono descrizioni che si realizzano attraverso un ascolto interiore di fatti reali e dunque ne conservano (del reale) una forma plausibile e in buona parte anche riconoscibile. Il risultato di questa operazione è una tessitura complessa che tuttavia non sfocia mai nell'astrazione più totale e che per questo coinvolge l'ascoltatore in un limbo sensoriale che si colloca tra finzione e realtà, promuovendo un ascolto immersivo e un particolare senso di coinvolgimento emotivo.

Quanto ti è piaciuta quest'opera?

1 commento su “Gian Maria Matteucci”

  1. Ludovico Trianni

    Molto molto interessante, l’uso delle USC può aprire a sviluppi compositivi sino ad ora inesplorati.
    Complimenti, bravo e sono curioso di sentire la prossima tua USC,

I commenti sono chiusi.