Una scintilla

Jonathan Lazzini

e intanto il sole scende
come una scure
su questa pianura intorpidita
dalle larghe distese di campi coltivati

si dovrebbe seminare
solo in montagna
dove la terra non si forza
a partorire

il sole scende
e sale un buio sincero
un orrore bambino
che poi riscende
sulle buone notti
uomini e donne
s’affaticano per niente
in questa strage di vita

poi il coraggio di un lampo
riscuote
poi una voce dai campi
rischiara

Le parole di Jonathan Lazzini ci riportano alla terra, alle origini. Un mondo nuovo che unisce tutti gli esseri viventi sotto un’unica bandiera: quella della gioia.

Quanto ti è piaciuta quest'opera?